Logo Gas Sicuro

  • Vigili del Fuoco
  • Gruppo Iren

Rilevatori domestici

L'ambiente domestico è quello in cui avvengono, in assoluto, la maggior parte degli incidenti, anche per la parte relativa all'utilizzo del gas combustibile questa criticità è confermata. Mentre nell'ambiente di lavoro ogni processo è organizzato e governato da istruzioni e procedure operative, nell'ambiente domestico queste prescrizioni sono difficilmente applicabili e controllabili. Pertanto, con l'esigenza di migliorare la sicurezza domestica, oltre alle indicazioni sulle migliori metodologie relative all'utilizzo delle apparecchiature alimentate a gas, si ritiene importante poter disporre, anche nell'ambiente casalingo, di dispositivi ausiliari di sicurezza, come i rilevatori di monossido o i rilevatori di dispersione di gas combustibile. Queste due tipologie di rilevatori possono essere anche raggruppate in un'unica apparecchiatura. Il rilevatore di monossido può essere associato ad un dispositivo di segnalazione acustica e luminoso ed essere asservito da dispositivi di blocco che possono arrestare il funzionamento di singoli apparecchi o azionare elettrovalvole di blocco del gas combustibile. Sono presenti sul mercato nazionale dispositivi che realizzano le funzioni di rivelazione e segnalazione delle dispersioni di gas combustibile. Nell'accezione comune la funzione di rivelazione è associata all'attivazione di un organo di intercettazione (elettrovalvola), mentre quella di segnalazione genera un allarme attraverso segnali ottici ed acustici. L'impiego di tali dispositivi non esonera in alcun modo dall'osservanza delle regole per l'installazione e l'uso degli apparecchi a gas, per la ventilazione dei locali e per lo scarico dei prodotti della combustione, che sono prescritte dalle norme UNI-CIG ai sensi della legge n.1083/1971 sulla sicurezza del gas combustibile e dal D.M. 22-1-2008 n. 37 sulla sicurezza degli impianti negli edifici civili. Attualmente non esiste una norma armonizzata nazionale di installazione, quest'ultima deve essere realizzata da personale abilitato seguendo le prescrizioni di installazione e attivazione indicate costruttore degli apparecchi. Al fine di poter avere prescrizioni uguali sul territorio nazionale è stato attivato presso il CIG (Comitato Italiano Gas) un gruppo di lavoro che dovrà realizzare un progetto di norma tecnica relativo alle prescrizioni di installazione dei rivelatori di gas per ambienti domestici e similari. Il Ministero dello Sviluppo Economico ha espresso parere favorevole e conseguente benestare per l'avvio dei lavori di questo gruppo di lavoro. Il progetto riguarderà la norma di installazione, in corso d'opera il gruppo di lavoro valuterà se richiedere eventuali aggiornamenti della norma di prodotto. L'evoluzione tecnologica dei rilevatori domestici di gas consentirà pertanto di implementare la sicurezza domestica, il compito principale delle istituzioni e del gruppo di lavoro è quello di lavorare affinché una corretta istallazione degli apparati porti ad un aumento reale e compatibile della sicurezza, evitando di dare false e pertanto dannose aspettative alla cittadinanza.

 

 

 

Rilevatore personale