Logo Gas Sicuro

  • Vigili del Fuoco
  • Gruppo Iren

Liberalizzazione del mercato del gas (Decreto Letta) e Codice di Rete

Codice Rete distribuzione GAS naturaleCon la liberalizzazione del mercato del gas il "Venditore accreditato" acquista il gas direttamente o tramite intermediari dalle società produttrici e di trasporto e lo rivende all’utente usufruendo della rete di proprietà dell’impresa di distribuzione che e quella che gestisce il servizio di "Vettoriamento" del gas combustibile fino al gruppo di misura del cliente finale compreso.

Come previsto dalla Deliberazione n. 138/04, l’A.E.E.G. (Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas), ha redatto con Deliberazione n. 108/2006 il "Codice di rete tipo" della distribuzione, documento vincolante per tutte le parti in causa e contenente le regole per l’accesso e per l’erogazione del servizio di distribuzione del gas.

 

Con i Decreti del 16/17 aprile del 2008 per l’utilizzo del gas naturale (che sostituiscono il DM 24/11/84) le reti gas sono suddivide in:

  • Rete di Trasporto - 17 aprile del 2008; rete di gasdotti e impianti comunemente ad alta pressione che garantiscono l’approvvigionamento del gas naturale a partire dall’impianto di estrazione fino al punto di consegna al distributore locale (punto di riconsegna della rete di trasporto).
  • Rete di Distribuzione - 16 aprile del 2008; si intende una rete di gasdotti locali ed impianti per mezzo dei quali e esercitata l‘attività di distribuzione a partire dal punto di consegna all’azienda di distribuzione locale fino al contatore del cliente finale che per il distributore corrisponde al "Punto di riconsegna".

Per la rete di distribuzione, il decreto recepisce buona parte delle norme, già emanate da organi competenti in materia e accreditate presso gli organi di unificazione ( Norme UNI CIG ) che, fino a quel momento erano soltanto di buona tecnica ed oggi sono diventate "Norme Cogenti" e quindi Norme obbligatorie che riportano precisi criteri, già a partire dalla qualità delle materie prime fino alla produzione dei diversi componenti, in pratica viene protetto ogni aspetto legato a trasporto e distribuzione del gas combustibile.

L’impianto di distribuzione é quindi costituito dall’insieme dei punti di consegna ed eventuali punti di interconnessione, dal gruppi di riduzione di primo salto e di riduzione finale, dalla stessa rete, dagli impianti di derivazione di utenza fino al punti di riconsegna e ai gruppi di misura. Il vettoriamento del gas e gestito da un unico distributore che ha l’obbligo di:

  • assicurare la realizzazione, conduzione e manutenzione delle reti secondo le disposizioni previste;
  • offrire in maniera neutrale o non discriminante il servizio di distribuzione a tutte le imprese di vendita e ai grossisti che ne facciano richiesta nel rispetto del codice di rete;
  • garantire un servizio di pronto intervento sempre attivo.
Liberalizzazione rete Gas